19/09/2014 7.47.37  Home | Mappa del sito
    Agenzie   Autoconcessionari 2012   Disabili   Delibera 615
 

 
 

» Siti regionali
» Ministero delle Finanze
» Comunità Europea

QUANDO PAGARE

Veicoli già immatricolati

Per i veicoli già immatricolati - per i quali le periodicità rimangono invariate - le tasse sono dovute entro il mese successivo alla scadenza del "bollo" in corso di validità.

Autovetture e Autoveicoli uso promiscuo fino a 35 KW o 47 CV se immatricolati dopo l'1-1-1998 o fino a 9 cavalli fiscali se immatricolati prima di tale data (esclusi noleggio da rimessa senza conducente) e motoveicoli Per 12 mesi decorrenti dal 1° Febbraio, 1° Agosto.
Autovetture e Autoveicoli uso promiscuo fino a 35 KW o 47 CV se immatricolati dal 1° gennaio 1998 o fino a 9 cavalli fiscali se immatricolati prima di tale data con alimentazione a gasolio non ecologici e veicoli adibiti a noleggio da rimessa senza conducente Per 6-12 mesi decorrenti dal 1° Febbraio, 1° Agosto.
Autovetture e Autoveicoli uso promiscuo oltre 35 KW o 47 CV se immatricolati dal 1° gennaio 1998 o oltre 9 cavalli fiscali se immatricolati prima di tale data (esclusi noleggio da rimessa senza conducente). Per 12 mesi decorrenti dal 1° Gennaio, 1° Maggio, 1° Settembre.
Autovetture e Autoveicoli uso promiscuo oltre 35 KW o 47 CV se immatricolati dal 1° gennaio 1998 o oltre 9 Cavalli fiscali se immatricolati prima di tale data con alimentazione a gasolio non ecologici e veicoli adibiti a noleggio rimessa senza conducente Per 4-8-12  mesi decorrenti dal 1° Gennaio, 1° Maggio, 1° Settembre.
Autobus e Autoveicoli uso speciale, Autocarri Per 4-8-12 mesi decorr. dal 1° Febbraio, 1° Giugno, 1° Ottobre.
Rimorchi uso speciale Targhe Prova e Ciclomotori Per 12 mesi decorrenti dal 1° Gennaio.

Autoveicoli immatricolati per la prima volta

Il primo bollo è dovuto a decorrere dal mese in cui avviene l'immatricolazione e deve essere pagato entro il mese di immatricolazione, oppure entro la fine del mese successivo qualora questa sia avvenuta entro l'ultima decade del mese stesso, se il giorno del mese sia un festivo o sabato, la scadenza è spostata al primo giorno feriale successivo.

Per Autoveicoli fino a 35 KW o 47 CV e motoveicoli: per un periodo superiore a sei mesi, e fino alla scadenza di Gennaio o Luglio, immediatamente successiva ai predetti sei mesi. (vedi Tabella. 1)
Per Autoveicoli superiori a 35 KW o a 47 CV : per un periodo superiore a otto mesi, e fino alla scadenza di Aprile, Agosto o Dicembre, immediatamente successiva ai predetti otto mesi. (vedi Tabella. 2)
Per Autobus, autoveicoli uso speciale e autocarri: per un periodo superiore a un mese e fino alla scadenza di Gennaio, Maggio o Settembre, immediatamente successiva al predetto mese. (vedi Tabella. 3)
Per i veicoli soggetti a tassa fissa annua: in unica soluzione

Auto acquistata usata

Per l'auto acquistata usata da un privato (cioè non da un rivenditore autorizzato) occorre distinguere il caso in cui l'auto acquistata sia coperta da "bollo" in corso di validità, dal caso in cui essa ne sia sprovvista. Nel primo caso l'acquirente deve sempre collegarsi alla scadenza del precedente "bollo", dovendo pagare il rinnovo secondo le normali regole (cioè, entro il mese successivo a detta scadenza). Nell'acquisto di veicolo con "bollo" scaduto in precedenza, e quindi in posizione di irregolarità rispetto ai termini di pagamento, è da considerare che l'obbligo di pagamento è posto a carico della persona che risulta intestataria al Pra nell'ultimo giorno utile di pagamento del rinnovo (di norma, l'ultimo giorno del primo mese non coperto da pagamento), sempre che entro tale data non sia intervenuto un atto di trasferimento. Il che vuol dire che se l'acquirente è in tempo per pagare nei termini, egli non ha che da pagare il rinnovo collegandosi alla scadenza precedente. Se invece l'acquisto di un'auto senza "bollo" è fatta successivamente, le conseguenze del mancato pagamento non potranno che ricadere sul venditore, in quanto intestatario alla scadenza del termine utile per il pagamento.
Per l'auto acquistata usata presso un rivenditore autorizzato coperta da "bollo" in corso di validità occorre semplicemente collegarsi a questa scadenza e quindi pagare entro il mese successivo. Quando invece sia stato precedentemente attivato il regime di interruzione dell'obbligo di pagamento (questa informazione è in possesso del rivenditore che è obbligato a inviare al Ministero delle Finanze appositi elenchi quadrimestrali dei veicoli ritirati) si applicano le specifiche regole previste per il primo pagamento per veicoli nuovi. A tal fine fa fede la data di autentica notarile dell'atto di vendita, atto che nella prassi viene normalmente sottoscritto dallo stesso rivenditore. Il primo pagamento deve essere eseguito entro lo stesso mese della rivendita (cioè entro lo stesso mese dell'atto notarile di vendita)

 


 
 
  Ricerca tra i quesiti
 
 
  Ricerca per Categorie

  » Mancato Pagamento
» Perdita documenti
» Vendita all`estero
» MANCATO POSSESSO
» Rivenditori
» Commissione tributaria
» Disabili
» CORRETTO PAGAMENTO

   
   
 
Home | FAQs | Quanto pagare | Quando pagare | Dove pagare | Riduzioni | Rimborsi | Informazioni | Esenzioni | Normative | Sanzioni e ravvedimento | Modulistica | Sospensioni | Mappa del sito

Copyright © 2002 Regione Marche - Tutti i diritti riservati